Antiquarium Arborense - Museo archeologico Giuseppe Pau OristanoAntiquarium Arborense - Museo archeologico Giuseppe Pau Oristano

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Antiquarium Arborense
Piazza Corrias, 09170 Oristano - Tel: 0783 791262 - info@antiquariumarborense.it

Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

Inaugurazione del Centro Internazionale per le Ricerche sulle Civiltà Egee (C.I.R.C.E.) venerdì 17 maggio 2019 ore 10

Locandina inaugurazione CIRCE

14 maggio 2019

 C.I.R.C.E.

Centro Internazionale per le Ricerche sulle Civiltà Egee “Pierre Carlier”

Università degli Studi di Sassari – Consorzio UNO – Comune di Oristano

 

Il giorno 17 maggio 2019 alle ore 10 verrà inaugurato il Centro Internazionale per le Ricerche sulle Civiltà Egee (C.I.R.C.E) dell’Università di Sassari ad Oristano.

Il centro, nato dalla collaborazione fra l’Università degli Studi di Sassari, il Comune di Oristano, ed il Consorzio UNO (Scuola di Specializzazione in Archeologia dell'Università di Sassari), ha la sua sede nel Museo Antiquarium Arborense di Oristano.
Il Centro, diretto dal Prof. Massimo Perna dell’Università di Sassari presso la Scuola di Specializzazione in Beni archeologici della sede di Oristano, nasce grazie alla generosa donazione di Jean-Pierre Olivier e Frieda Vandenabeele della loro personale biblioteca e dei loro archivi, un fondo archivistico-librario di grande importanza che porterà i nomi dei due studiosi.

Il fondo conterrà innanzitutto la corrispondenza fra J.-P. Olivier e tantissimi studiosi di egeistica e in particolar modo delle scritture cretesi e cipriote dagli anni ’60 ad oggi.
Vi sono conservati, inoltre, tutti i documenti preliminari che hanno portato alla realizzazione dei corpora delle scritture egee, oltre a un ricchissimo archivio fotografico, disegni, calchi etc. Per quanto riguarda la biblioteca di J.-P. Olivier, si tratta di una ricchissima collezione di volumi, riviste e off-prints specializzata sulle scritture egee, mentre quella di Frieda Vandenabeele è certamente fra le più ricche collezioni esistenti in Europa sull’archeologia cipriota. Entrambe le biblioteche presentano in comune anche le principali pubblicazioni e riviste dedicate all’archeologia minoica e micenea.

L’interesse dell’Università di Sassari alla creazione di un centro di ricerca sulle Civiltà Egee in Sardegna è dovuto non solo ai ben noti manufatti di importazione cipriota e ai famosi lingotti ox-hide di uguale provenienza, ma soprattutto alle più recenti acquisizioni nello scenario storico fra XV-XI secolo a.C. che vedono il ruolo della Sardegna sempre più compartecipe negli scambi, nelle rotte e in alcuni casi nelle vicende che riguardano Cipro, Creta e il Mediterraneo Orientale, come dimostrano i ritrovamenti di ceramiche nuragiche a Kommos (Creta) e più recentemente a Pyla-Kokkinokremos (Cipro) e da una tomba presso Antas - Fluminimaggiore dove è stato rinvenuto uno spillone in bronzo di fattura locale con una iscrizione in scrittura cipriota “classica”.

In occasione dell’inaugurazione, Athanasia Kanta terrà una conferenza proprio sulle sue ultime ricerche a Pyla-Kokkinokremos e sui rapporti fra questo sito cipriota e la Sardegna alla fine dell’Età del Bronzo.
 

 

Condividi su:

Multimedia

Invito inaugurazione CIRCE
© Antiquarium Arborense - Museo archeologico Giuseppe Pau Oristano
Piazza Corrias, 09170 Oristano  |   Tel: 0783 791262  |   info@antiquariumarborense.it ConsulMedia 2012

Torna su